Rinnovati i vertici dell’Associazione

Il 9 giugno al via TriesteOperetta al Ridotto
maggio 19, 2010
Mostra e concerto d’operetta a Maniago
luglio 23, 2010

GRIZON RICONFERMATO PRESIDENTE

Sessanta spettacoli in quattro anni e almeno 7000 spettatori nel 2009

 

L’assemblea dei soci dell’Associazione Internazionale dell’Operetta – Friuli Venezia Giulia nei giorni scorsi ha riconfermato all’unanimità Claudio Grizon presidente dell’Associazione per il prossimo quadriennio 2010-2014.

Nel consiglio direttivo sono stati riconfermati Stefano Curti direttore organizzativo del Teatro Rossetti, Umberto Bosazzi giornalista e critico teatrale, Romolo Gessi direttore d’orchestra, Giorgio Cesare giornalista, Paolo de Gavardo segretario generale di Promotrieste e Andrea De Col dirigente della Provincia di Pordenone ai quali si è aggiunto l’assessore alla cultura del Comune di Duino Aurisina Massimo Romita.

Del consiglio direttivo fa inoltre parte il presidente onorario Danilo Soli anche con il ruolo di consulente artistico.

Nel corso della prima riunione del nuovo consiglio direttivo, su proposta di Grizon, Stefano Curti è stato riconfermato vice presidente mentre Paolo de Gavardo è stato eletto tesoriere.

Nel collegio dei revisori dei conti è stato riconfermato il presidente Piero Colavitti con il quale collaboreranno Franco Paoli e Raul Lovisoni.

Primo presidente dell’Associazione è stato Danilo Soli, giornalista ed esperto della piccola lirica, al quale nel 2002 subentrò Grizon che già dal 1997 ne era divenuto vice presidente vicario.

L’Associazione, sorta nel 1992 per volontà dalla Regione Friuli Venezia Giulia e con l’adesione del Comune ed della Provincia di Trieste, annovera oggi tra i suoi soci – oltre alla Regione e alla Provincia di Trieste – la Provincia di Pordenone, il Comune di Duino Aurisina, il Teatro La Contrada, la Compagnia In Scena di Reggio Emilia, l’Associazione musicale “Aurora Ensamble”, il Circolo Culturale “Jaques Maritain” e l’Associazione Amici della Lirica ”G.Viozzi” festeggia quest’anno diciotto anni di ininterrotta attività, durante i quali si è affermata in ambito regionale, nazionale ed internazionale per il suo impegno per la valorizzazione e la divulgazione della piccola lirica, dello spettacolo musicale e del musical.

Nel corso della sua relazione ai soci il presidente Claudio Grizon ha ricordato le principali attività svolte dall’Associazione in questi ultimi quattro anni, a partire dalla consegna del “Premio Internazionale dell’Operetta” a Johnny Dorelli, Caspar Richter, Paolo Limiti, Alfred Eschwé ed Aurora Banfi per passare al “Premio nazionale Sandro Massimini” a Graziano Galàtone, Christian Ginepro, Davide Calabrese, Edoardo Luttazzi, Filippo Strocchi e Massimiliano Pironti, proseguendo con i cartelloni di crescente successo dei “Pomeriggi Musicali” al Rossetti e “TriesteOperetta al Ridotto” del Verdi e per finire con il riallestimento della mostra storica dell’operetta “Tu che m’hai preso il cuor” i concerti di fine anno al Rossetti ed i Gala dell’operetta in occasione del Festival dell’Operetta, per un totale di ben sessanta concerti, spettacoli e manifestazioni.

“La nostra è un’attività che si è sviluppata negli anni da Trieste a tutto il territorio regionale – ha ricordato Grizon – ove sono state presentate le nostre produzioni, gli spettacoli da noi sostenuti, quelli ospitati e circuitati, riscuotendo sempre ampia partecipazione e consenso del pubblico”.

“La piccola lirica è sempre stata al centro dei nostri programmi – ha spiegato il presidente Grizon – ma negli anni abbiamo affiancato alla tradizione concerti e spettacoli che hanno affrontato la commedia musicale, il jazz, le musiche da film, il musical, la prosa accompagnata dalla musica d’autore, le canzoni degli anni ’30 e tanto altro ancora”.

“Almeno 7000 gli spettatori che lo scorso anno – evidenzia con soddisfazione il presidente – sono intervenuti ai nostri spettacoli e manifestazioni da Trieste a Roma e da Piancavallo a Mossa e Duino che, quando non sono gratuiti, sono proposte sempre con prezzi popolarissimi, come popolare è sempre stata l’operetta ed i suoi protagonisti, da Massimini alla Banfi, dalla Mazzuccato a Pandolfi e da Binetti a Ceriani”.

Trieste, 20 maggio 2010